Bambino troppo intelligente

Il piccolo Nicola chiede alla sua maestra se può parlare con lei dopo le lezioni.
Alla fine della lezione:
– Cosa volevi dirmi Nicola ?
– Maestra, penso di essere troppo intelligente per stare in questa classe! Vorrei andare direttamente al liceo.
– Provvederò alla tua richiesta e Informerò il preside!

Bambino troppo intelligenteIl preside dopo essere stato informato, chiede di fare un piccolo test a Nicola. E inizia ponendo alcune domande al ragazzino:
– Vediamo Nicola sai dirmi quanto fa: 36 x 36?
– 1296 …!
– E 363 x 363?
– 131.769, Signor Direttore …
– Capitale del Taiwan?
– Taipei

La prova continua per mezz’ora, Nicola non sbaglia neanche una domanda. Alla fine del test, il direttore sembra abbastanza soddisfatto, ma la maestra chiede di fare anche lei qualche domanda e inizia:
–Beh, Nicola … … la mucca ne ha 4 e io ne ho due, che cosa sono?
–Le gambe, signora maestra!

–Corretto. Cosa hai nei pantaloni che io non ho?
Il direttore si sorprende della domanda …
–Le tasche!

–Dove è che le donne hanno i peli più ricci?
Il direttore si prepara ad intervenire, ma Nicola risponde:
–In Africa, signora maestra!

–Che cosa è morbido ma, nelle mani di una donna, diventa duro?
Il preside sgrana gli occhi, sta per bloccare il test ma Nicola dice:
–Lo smalto, signora!

–Cosa c’è in mezzo alle gambe degli uomini e a quelle delle donne?
–Le ginocchia, signora!

–Bene, Cos’è che la donna sposata ha più largo della donna single?
Il direttore non poteva credere alle sue orecchie.
–Il letto, signora!

–Qual è la parte del mio corpo che solitamente è più umida?
–La lingua,signora !
Il preside sospira, finalmente riesce a bloccare quel test ed esclama:
–Altro che al liceo, io ti mando direttamente all’università! Sei stato più bravo di me, io avrei sbagliato sicuramente questo test!

Morale della storia:
-E’ con l’età che si diventa perversi…

Precedente Alla fine solo la gentilezza conta Successivo Non rinunciare mai