George Bernard Shaw

Se io e te abbiamo una mela e ce la scambiamo, continueremo ad avere una mela ciascuno. Ma se io e te abbiamo un’idea e ce la scambiamo, allora avremo entrambi due idee.

——-

L’unico modo per evitare di essere depressi è non avere abbastanza tempo libero per domandarsi se si è felici o no.

——-

George Bernard Shaw

Sia il pessimista che l’ottimista danno il loro contributo alla società.
L’ottimista inventa l’aeroplano, il pessimista il paracadute.

——-

Il vero castigo per chi mente non è di non essere più creduto, ma di non potere credere a nessuno.

——-

L’uomo è arrivato quando fa per mestiere quel che farebbe gratis

——-

L’uomo ragionevole si adatta al mondo. L’uomo irragionevole insiste nel cercare di adattare il mondo a sé. Quindi tutto il progresso dipende dall’uomo irragionevole

——-

La giovinezza è sprecata per i giovani: è la persona matura che meglio sa come utilizzare una ricca vitalità.

——-

Col tono giusto si può dire tutto, col tono sbagliato nulla: l’unica difficoltà consiste nel trovare il tono

——-

Gli animali sono miei amici… e io non mangio i miei amici

——-

Il solo uomo davvero dotato di sensibilità che ho incontrato in vita mia era il mio sarto: mi prendeva le misure tutte le volte che mi vedeva, mentre tutti gli altri mantenevano le vecchie misure e si aspettavano che io mi ci adattassi.

——-

Il valore di una persona dipende dal numero di cose delle quali si vergogna.

——-

Forse il più grande servizio sociale che possa essere reso da chiunque al Paese e all’umanità è formarsi una famiglia.

——-

Esistono cinque categorie di bugie; la bugia semplice, le previsioni del tempo, la statistica, la bugia diplomatica, e il comunicato ufficiale.

——-

Una vita spesa a compiere errori non solo è più onorevole, ma molto più utile di una vita consumata a non far niente.

——-

La libertà comporta responsabilità: ecco perché tutti ne hanno paura.

——-

La maggior parte di noi nasce con l’aiuto del medico e muore allo stesso modo.

——-

È molto stupido per gli innamorati sposarsi.

——-

Il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo.

——-

Se i più adatti sopravvivono e i malvagi prosperano, la natura è il Dio dei mascalzoni.

——-

Io credo nella disciplina del silenzio e potrei parlare per ore sull’argomento.

——-

Nel modo in cui la concepiamo, la vita di famiglia non è più naturale di quanto sia naturale una gabbia per un pappagallo

——-

Io sono dell’opinione che la mia vita appartenga alla comunità, e fintanto che vivo è un mio privilegio fare per essa tutto quello che mi è possibile.

——-

Se hai costruito castelli in aria, il tuo lavoro non deve andare perduto; li è dove devono essere. Ora metti le fondamenta sotto di loro.

——-

Da un soldato non mi aspetto mai che pensi.

——-

È facile – terribilmente facile – scuotere la fede che un uomo ha in se stesso. Approfittarsi di questo per spezzare lo spirito di un uomo è opera del demonio.

——-

Il ballo è un rozzo tentativo di entrare nel ritmo della vita.

——-

Vi sono due tipi di testimonianza; quella falsa che è punibile e quella vera che è rara.

——-

L’uomo che può, agisce; l’uomo che non può, insegna.

——-

Un uomo istruito è un uomo ozioso che ammazza il tempo studiando.

——-

Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso e si usano le opere d’arte per guardare la propria anima.

——-

La danza è un tentativo molto rozzo di penetrare nel ritmo della vita.

——-

L’unico posto in cui successo viene prima di sudore è il dizionario.

——-

Alcuni uomini vedono le cose per come sono e chiedono: “Perché?”
Io oso sognare cose che non sono mai state e dico: “Perché no?”.

——-

Hegel aveva ragione quando diceva che noi impariamo dalla storia che nessun uomo può mai imparare nulla dalla storia.

——-

Danza. Un’espressione verticale di un desiderio orizzontale legalizzato dalla musica.

——-

Dopo aver ascoltato per mezz’ora una ragazza suonare il pianoforte, nulla mi rilassa di più del farmi trapanare qualche dente dal mio dentista.

——-

L’uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.

——-

George Bernard Shaw